Campagna #deltuttopersonale: Tante impressioni e un grande «GRAZIE»

31 Gennaio 2020

Dalla giornata d’azione organizzata la scorsa settimana, in circa 200 punti vendita sparsi in tutta la Svizzera sono state distribuite oltre 50 000 fascette antiscottatura realizzate a maglia come messaggio di sensibilizzazione sul tema della demenza.

Grande è la gioia dei clienti che ne hanno ricevuta una e che con orgoglio ne mostrano tutti i possibili utilizzi sui social media: ad esempio, come nastro regalo per bottiglie di vino, per decorare macinasale o pepe, proteggere il telefonino, rivestire vasi e perfino abbellire braccia ingessate.

Le foto delle versatilissime fascette sono visibili sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Oltre a suscitare meraviglia, le fascette hanno invitato soprattutto alla riflessione:

La mattina presto, presso la panetteria Reinhard nella Bubenbergplatz a Berna si forma una grande calca, ma persino i clienti che mostrano particolare premura non possono fare a meno di notare gli originali omaggi e rimangono affascinati dal messaggio che intendono trasmettere:

«Sono davvero contenta. Trovo che sia un’idea proprio carina. Un’iniziativa fantastica. Alcuni miei colleghi hanno i nonni affetti da demenza. Parlare della malattia e darle visibilità è importante» afferma Csilla, originaria di Zurigo.

«Ritengo che l’iniziativa sia meravigliosa», dichiara Nicole, una cliente abituale di Berna. «Le fascette attirano l’attenzione delle persone. Credo sia molto importante sensibilizzare su malattie come questa; andrebbe riservato loro più spazio, anche nel quotidiano».

Così Diana, una cliente con la passione per il caffè: «Mi ha fatto molto piacere ricevere la fascetta. Grazie di cuore. Iniziativa fantastica.»

La campagna ha ricevuto sostegno dall’influencer Joey Caruso, golfista svizzero, collegatosi via Instagram dal Tasty Donuts & Coffee di Winterthur. Per lui è importante attirare l’attenzione dei suoi 23 500 follower sul tema della demenza. In seguito a esperienze di persone appartenenti alla sua cerchia di conoscenze ora sa che la demenza può colpire chiunque. La cosa brutta è soprattutto quando la gente è troppo poco informata su questo argomento e i malati vengono «semplicemente liquidati come vecchi». In questo modo non ricevono il sostegno di cui in realtà avrebbero bisogno. Per questo vorrebbe anche lui lanciare un messaggio, poiché è convinto che: «Le persone dovrebbero confrontarsi di più con la tematica.»

E c’è chi lo fa! Come André Harbort, che tra il meravigliato e il pensieroso legge con attenzione la scheda informativa al Chnusper Becke di Schönried. Anche Sandro di Burgdorf ne prende una e afferma: «L’iniziativa sembra carina e interessante. I consigli sono sicuramente utili per la vita di tutti i giorni, quando capita di incontrare una persona affetta da demenza.» Molti venditori confermano che i clienti, oltre a mostrare di gradire particolarmente la decorazione colorata dei bicchierini, si sentono invogliati a discutere della tematica.

Lo dimostra anche l’e-mail di stima inviata da Nina: «La campagna è un’idea davvero fantastica. Ci fa ricordare ogni volta che dobbiamo apprezzare il fatto di avere una memoria efficiente, un privilegio di cui non tutti possono godere. L’idea delle fascette fatte a maglia mi è piaciuta molto. Grazie mille! E ringraziate anche tutte coloro che con grande dedizione hanno contributo alla loro realizzazione.»

«I clienti hanno iniziato a chiederci informazioni mentre appendevamo il manifesto alla vetrina e allestivamo i bicchierini con le fascette. Il giorno dell’iniziativa sono tornati appositamente per prendere un caffè da asporto con la colorata fascetta» racconta Nadine Roos, vice responsabile del negozio.

Anche Philipp Probst, titolare dello Sphères di Zurigo, conserva i giorni della campagna tra i suoi ricordi più belli: «L’iniziativa ha suscitato reazioni molto positive, alcuni clienti mi hanno raccontato le loro esperienze con la demenza. Era evidente che molti sentivano il bisogno di parlare della malattia.»

Gli zelanti volontari si sono impegnati al massimo per realizzare le fascette: è meraviglioso vedere come questi piccoli oggetti, portatori di un messaggio importante, vengano apprezzati anche dopo la giornata della campagna nazionale:

«Una cliente usa ancora adesso la sua fascetta dell’anno scorso.» Quest’anno, poi, le fascette sono ancora più «preziose»: alcune sono state realizzate con una lana più speciale, altre sono decorate con perline e altre ancora presentano motivi originali (perfino la croce svizzera).

Belle foto, tanto lavoro a mano fatto con grande cura e soprattutto momenti di confronto personale: la campagna ha toccato il cuore delle persone, trasmettendo gioia ma anche informazioni.

 

Ringraziamo calorosamente tutti coloro che hanno contribuito all’iniziativa!

Punti vendita, clienti e «sferruzzatori»: il merito del successo della campagna è un po’ di tutti. Ognuno ha lanciato un segnale forte affinché venga data maggiore visibilità al tema della demenza.

Grazie mille!

Alzheimerferien 1024x540

Vacanze per persone affette da demenza

Da cinque anni Alzheimer Svizzera organizza regolarmente vacanze per giovani malati in Svizzera. D’estate i nostri ospiti possono così trascorrere una settimana o un weekend lungo nelle più belle località del nostro Paese.

31 Maggio 2021

4 04I 2020 Helpcard Maske Betroffene

Help Card per chi è esente dall’uso della mascherina

Il coronavirus tiene in scacco la nostra società e ci costringe ad adottare restrizioni che condizionano tutti gli ambiti della nostra vita. L’obbligo generalizzato di indossare la mascherina rende più difficoltosa la quotidianità delle persone colpite da demenza. Ora, per chi è esonerato da tale obbligo è disponibile una nuova Help Card che ha un valore informativo e favorisce la comprensione del problema.

18 Novembre 2020

191118 Memo Info Slider Tabu I

Sospensione della campagna #deltuttopersonale – l’iniziativa di lavoro a maglia non proseguirà nel 2020/21

La campagna #deltuttopersonale «Sferruzziamo contro la smemoratezza» non proseguirà nel 2020/21. Pertanto, l’iniziativa di lavoro a maglia che prevede la realizzazione di fascette antiscottatura verrà sospesa.

20 Agosto 2020